Quando e cosa postare su Facebook? [Infografica]

128 Flares Twitter 86 Facebook 17 LinkedIn 7 Google+ 12 Buffer 6 Email -- 128 Flares ×

Dover gestire pagine Facebook in ambiti vari e differenti mi ha portato ad affinare veri e propri parametri sul come e quando interagire con l’utenza. Premesso che Facebook, ad esempio, dà maggior visibilità alle immagini rispetto ai link, oltre ai tecnicismi è fondamentale avere una tabella con scadenze e orari per postare sulle differenti timeline, sia per una efficace organizzazione personale sia perché, effettivamente, la portata di un post può variare enormemente in base al giorno della settimana e all’orario di pubblicazione, soprattutto se teniamo conto della miriade di dati che in ogni istante è condivisa in rete, dentro e fuori da Facebook.

Personalmente tengo conto di molti fattori. Alcuni forse mostrano eccessiva pignoleria e una punta di paranoia ma, se non altro, mi aiutano parecchio nella pianificazione di una sorta di piano editoriale ogni volta dettato da obiettivi e target differenti.

Quando e cosa postare su Facebook? - Transmediadays

Mi limiterò a tre punti, per me essenziali:

  1. FATTI CONCOMITANTI: mettiamo il caso che io abbia creato il mio piano di pubblicazioni per una settimana su una determinata pagina. Secondo i miei calcoli, ipotesi, il post che ho scelto per venerdì pomeriggio dovrà spaccare, per una serie di motivi dovrà avere una portata doppia rispetto alla media della pagina. Può capitare che un evento di portata collettiva (una strage, la morte di una celebrità, la dichiarazione di un politico) sia in grado di catalizzare in un istante l’attenzione generale, soprattutto in ambito social. Pubblicare il mio post di punta in un momento simile sarebbe un errore: i primi minuti sono fondamentali e l’utente, la cui attenzione è catturata dalla “grande” notizia, probabilmente non condividerà, non commenterà e non si esporrà nemmeno con un like. Risultato: un post che avevo considerato importante completamente bruciato dalla scelta del momento.
  2. PORTATA DEL POST PRECEDENTE: dato che è bene crearsi un piano editoriale ma che è assolutamente impossibile basarsi su scienze esatte, è del tutto possibile che un post su cui non avevamo grandi aspettative generi molto più interesse del previsto. In questi casi preferisco aspettare che quel post esaurisca tutto il proprio potenziale e, quindi, ritardare la pubblicazione di quello successivo di ore o anche di un giorno.
  3. ATTIVITÀ E COLLOCAZIONE DEL TARGET: il mio utente tipo, il mio target, dove potrebbe trovarsi in quel determinato momento e dove potrebbe essere nelle ore successive della giornata? Qual’è il suo orario lavorativo tipo? In quel momento avrà facilmente a tiro facebook oppure no? In sintesi: in quale momento avrò la possibilità maggiore di raggiungere e, soprattutto, coinvolgere il target che ho in mente con quel post?

L’infografica che vi propongo rende l’idea della psicologia di gruppo che può essere alla base di una maggiore o minore interazione in un determinato momento. I dati più scontati sono quelli che mostrano le tendenze nel weekend: siamo naturalmente portati ad avere attenzione verso un prossimo viaggio nel fine settimana piuttosto che durante le giornate lavorative.

E per il resto? Perché questi argomenti hanno più attenzione in alcuni giorni e meno in altri?

Buona analisi ;)

Immagini via Sean MacEnteeLinchpinseo

46887c546499c06d2b7886c23fbc8ecb

128 Flares Twitter 86 Facebook 17 LinkedIn 7 Google+ 12 Buffer 6 Email -- 128 Flares ×
Andrea Lettieri

Andrea Lettieri

Social Media & Digital Advertising Consultant at Freelance
Laureato in Letterature e Culture Europee, appassionato di Web 2.0 e di design grafico, consulente di comunicazione freelance in ambito Social Media e Digital Marketing. Digital Footprint: Twitter, LinkedIn, Facebook, Google+, Instagram.
#Keyword: culturalmente onnivoro.
Andrea Lettieri

@andrealettieri_

Freelance #SocialMedia & Digital Advertising Consultant / #Blogger @transmediadays
RT @act_agire: una guida davvero completa che spiega in modo esaustivo tutti i diritti dei freelance #siamorotti #dicaNO33 http://t.co/ypy… - 6 giorni ago
Andrea Lettieri
128 Flares Twitter 86 Facebook 17 LinkedIn 7 Google+ 12 Buffer 6 Email -- 128 Flares ×
Altro... Social Media
3346820651_55e14ff847_b
7 Social Network di nicchia: cosa c’è oltre Facebook, Twitter e i soliti noti?

socialprism8767
The Conversation Prism: il complesso panorama dei Social Media nel 2013 [Infografica]

Chiudi